ATTENZIONE: MASCHERINE DI QUALUNQUE TIPO, TUTTI I GEL DISINFETTANTI, TUTTI I PRODOTTI CONTENENTI VITAMINA C      SONO ESAURITI

Sciroppo con bava di lumaca: quando usarlo e quali sono i suoi benefici

Sciroppo con bava di lumaca: quando usarlo e quali sono i suoi benefici
La bava di lumaca è nota soprattutto in cosmetica per le sue proprietà cicatrizzanti ed emollienti, anche in ambito farmacologico si rivela però un utile alleato per la salute. Hai mai utilizzato la bava di lumaca per curare tosse o gastrite?

Per i bambini e per gli adulti, lo sciroppo a base di bava di lumaca ha diversi benefici. Ecco i principali.

Sciroppo di lumache: tosse secca o grassa?

La bava di lumaca concorre a sciogliere il catarro e facilitarne l’eliminazione in tutti i casi di irritazione delle vie respiratorie, dalle bronchiti alla pertosse, fino a tosse associata a stati influenzali e para-influenzali.

Nel caso di tosse grassa è necessario un rimedio fluidificante, che faciliti l’organismo nell’espulsione delle quantità eccessive di catarro presente nelle vie aree. La bava di lumaca, alla base di diversi sciroppi in commercio, ha un’azione fluidificante ed espettorante del muco grazie agli enzimi in questa contenuti. Gli enzimi litici presenti nella bava di lumaca agiscono scindendo le molecole complesse proprie della composizione densa del muco che intasa le vie respiratorie; ne alterano la viscosità, rendendo il secreto bronchiale più fluido, e ne facilitano così l’eliminazione dai bronchi.

La bava di lumaca è ricca di componenti naturali: mucopolisaccaridi, allantoina, collagene ed elastina non hanno soltanto una funzione lubrificante, ma anche lenitiva e riparatrice. Le mucine della bava di lumaca, glicoproteine presenti naturalmente anche nei secreti mucosi del tratto respiratorio, hanno un’elevata viscosità che forma un film protettivo per la cute, antiossidante e rigenerante delle zone dell’epitelio della laringe e dei bronchi danneggiate dai colpi di tosse.

Proprio per queste caratteristiche, gli sciroppi a base di bava di lumaca non vengono usati soltanto come mucolitici: sono spesso consigliati anche in caso di tosse secca, oppure di stati irritativi dell’apparato gastro-intestinale. Nel caso di bruciore di stomaco, gastrite o reflussi gastroesofagei, la bava di lumaca crea una barriera muco-adesiva che svolge un’azione protettiva locale di stomaco ed esofago.

  1. SCIROPPO LUMACHE ORIGIN 150ML
    SCIROPPO LUMACHE ORIGIN 150ML
    Rating:
    0%
    Prezzo pieno: 15,90 € Prezzo Eurofarmacia 12,72 €
  2. SIROMUCIL C/ESTR LUMACA LAMP
    SIROMUCIL C/ESTR LUMACA LAMP
    Rating:
    0%
    Prezzo pieno: 14,50 € Prezzo Eurofarmacia 11,60 €
  3. PROFAR SCIR LUMACA LAMP 150ML
    PROFAR SCIR LUMACA LAMP 150ML
    Rating:
    0%
    Prezzo pieno: 13,50 € Prezzo Eurofarmacia 10,80 €


Caratteristiche della bava di lumaca.

Rispetto a mucolitici a base di principi attivi sintetici, lo sciroppo a base di bava di lumaca agisce a partire dalla prima somministrazione. La sua azione, infatti, non è demandata esclusivamente a principi attivi, ma intervengono anche sistemi muco-adesivi e protettivi.
In virtù di un’azione immediata, poi, il periodo di somministrazione risulta inferiore e generalmente si attesta attorno a 8-10 giorni per riscontrare un miglioramento significativo delle condizioni di salute.

Per quanto riguarda gli eccipienti di questo genere di sciroppi, oltre a zucchero, acqua e antiossidanti, sono solitamente aggiunti estratti vegetali per implementare le proprietà benefiche della bava di lumaca e renderne il gusto più appetibile.
Un valido alleato della bava di lumaca è il timo: i flavonoidi di quest’erba hanno, infatti, proprietà antispasmodiche, mentre i suoi oli essenziali hanno una funzione antisettica e fluidificante. Miele o malva sono a volte integrati alla bava di lumaca per le loro caratteristiche lenitive ed emollienti; succo di lampone o banana, invece, contribuiscono a rendere più dolce e gradevole lo sciroppo.

Trattandosi di un prodotto naturale, lo sciroppo a base di bava di lumaca può essere assunto in presenza di stati irritativi, e come metodo di prevenzione: si rivela particolarmente utile, quindi, vnei cambi di stagione, quando le difese immunitarie sono più basse e l’organismo è più esposto al rischio di contrarre infezioni delle vie respiratorie.

  1. SIROMUCIL C/ESTR LUMACA BANANA
    SIROMUCIL C/ESTR LUMACA BANANA
    Rating:
    0%
    Prezzo pieno: 14,50 € Prezzo Eurofarmacia 11,60 €
  2. SIROMUCIL C/ESTR LUMACA TIMO
    SIROMUCIL C/ESTR LUMACA TIMO
    Rating:
    0%
    Prezzo pieno: 14,50 € Prezzo Eurofarmacia 11,60 €
  3. PROFAR SCIR LUMACA TIMO 150ML
    PROFAR SCIR LUMACA TIMO 150ML
    Rating:
    0%
    Prezzo pieno: 13,50 € Prezzo Eurofarmacia 10,80 €


Dosaggi, somministrazioni e controindicazioni dello sciroppo di bava di lumaca.

Lo sciroppo a base di bava di lumaca è da assumere per via orale, preferibilmente lontano dai pasti. La posologia può variare a seconda del prodotto scelto e della concentrazione di bava di lumaca in questo contenuta, ma generalmente la dose consigliata per gli adulti e i bambini di età superiore ai 3 anni è un cucchiaio di sciroppo da assumere dalle 2 alle 4 volte al giorno.

Può essere anche diluito in succhi, tisane, latte e altre bevande.

Poiché la bava di lumaca è una componente del tutto naturale, questo tipo di sciroppi può essere somministrato anche a bambini più piccoli, secondo le modalità indicate sulle confezione e dietro consiglio del pediatra. Le nuove linee guida pediatriche vietano la somministrazione di mucolitici a bambini in fascia neonatale (trentesimo-quarantesimo giorno), perché i principi attivi contenuti in questi tipi di farmaci possono provocare reazioni indesiderate. Per i lattanti a partire dal sesto mese, invece, il pediatra può già prescrivere lo sciroppo per la tosse a base di bava di lumaca, la cui somministrazione non comporta controindicazioni.

Anche nel caso di donne in gravidanza, pur non essendo comprovati effetti collaterali di alcun genere, è raccomandato il parere del medico.

L’assunzione di questi sciroppi non è di solito indicata in pazienti affetti da asma, a causa dell’elevata azione fluidificante della bava di lumaca; ed è ovviamente sconsigliato alle persone con allergia o ipersensibilità a uno o più componenti del prodotto. Infine, l’uso dello sciroppo con bava di lumaca contiene saccarosio, per cui non è raccomandato nei pazienti diabetici.

Ultima nota: il prodotto va conservato in un luogo fresco, la cui temperatura è inferiore ai 30°C, al riparo dalla luce diretta. Una volta aperto, lo sciroppo a base di bava di lumaca dura 1 mese e bisogna conservarlo in frigorifero.

sciroppo con bava di lumaca

Curiosità: come viene prodotto lo sciroppo con bava di lumaca.

Notizie di lumache usate per curare ferite e disturbi allo stomaco, o eliminare catarro, risalgono ai Greci, e durante il XVIII ed il XIX secolo in Francia si studiavano le proprietà della bava per produrre uno sciroppo da impiegare per patologie dovute all’irritazione delle vie respiratorie.

Oggi l’Helix Aspersa Müller è la specie di lumaca più usata per la produzione di bava, poiché si adatta più facilmente a una molteplicità di ambienti diversi e vive in media 4-5 anni.

La bava della lumaca viene normalmente estratta grazie al metodo della stimolazione manuale: una volta scelte lumache con più di un anno di età, queste vengono lavate con abbondante acqua potabile e poi mosse delicatamente con le dita per stimolare la secrezione. Questo passaggio non dura più di 2-3 minuti, per non sottoporre l’animale a uno stress eccessivo. Le lumache sono infine lavate nuovamente con acqua e riportate in allevamento, mentre la bava viene filtrata e microfiltrata per eliminare ogni impurità.
Le operazioni di estrazione hanno una cadenza pari o superiore a 30 giorni, così da non causare alcuna sollecitazione eccessiva all’animale.