ATTENZIONE: MASCHERINE DI QUALUNQUE TIPO, TUTTI I GEL DISINFETTANTI, TUTTI I PRODOTTI CONTENENTI VITAMINA C      SONO ESAURITI

La melatonina funziona per far addormentare i bambini? Consigli utili su come usarla

La melatonina funziona per far addormentare i bambini? Consigli utili su come usarla
melatonina aiuta sonno bambini

La melatonina, detta anche ormone del sonno, è prodotta dalla nostra ghiandola pineale posta alla base del cervello.

Essa regola il ciclo sonno-veglia e fa la sua comparsa con il calar della luce: le sue concentrazioni aumentano nel sangue molto velocemente, raggiungendo il picco massimo tra le 2 e le 4 di notte per poi ridursi lentamente con l’avvicinarsi del mattino.

Melatonina: analisi del principio attivo

Esistono molti integratori alla melanina acquistabili anche senza ricetta (se non superano 1 mg) e tutti quanti devono includere le avvertenze principali perché sono pur sempre ormoni.

Il Ministero della Salute ha pubblicato qualcosa a riguardo e teniamo porlo alla vostra attenzione:
Il regolamento (UE) 432/2012 consente ai produttori di poter fare al pubblico due tipi di promesse:

  • “Contribuisce ad alleviare gli effetti del jet lag", indicando in etichetta al consumatore che l'effetto benefico si ottiene con l'assunzione, poco prima di coricarsi, di un minimo di 0,5 mg della sostanza il primo giorno di viaggio e per alcuni giorno dopo l'arrivo a destinazione;
  • “Contribuisce alla riduzione del tempo richiesto per prendere sonno”, indicando in etichetta al consumatore che l'effetto benefico si ottiene con l'assunzione, poco prima di coricarsi, di 1 mg della sostanza.

Quando si può usare?

Come abbiamo già detto la melatonina si utilizza per alleviare gli effetti del jet lag e per favorire il sonno, ma in quali altri casi possiamo assumerla?

Secondo alcuni studi si può ingerire per ridurre i rischi di malattie agli occhi (come la degenerazione maculare senile che colpisce la parte centrale della retina). Nelle persone con l’Alzheimer, come ben sappiamo, la secrezione di melatonina diminuisce di conseguenza questi soggetti, nelle ore serali, potrebbero essere più agitati e in stato confusionale; per questo motivo assumere degli integratori alla melanina sembrerebbe avere effetti positivi su questa terribile patologia.

Diversi studi hanno dimostrato che l’integratore potrebbe inoltre alleviare il ronzio alle orecchie (acufene) e attenuerebbe i problemi di insonnia a causa dell’età.

Qual è il dosaggio minimo?

Gli integratori di melanina vengono venduti sotto-forma di compresse o di gocce da sciogliere in bocca o sotto la lingua. Come abbiamo detto in precedenza, non possono contenere più di 1 mg di principio attivo.

Assumere melatonina comporta effetti collaterali?

Ad oggi, secondo gli studi effettuati, si può dire che questo ormone non comporta particolari effetti indesiderati; gli integratori sono sicuri, non tossici e non creano dipendenze. Ovviamente bisogna assumerli nei giusti dosaggi e secondo quanto detto dal medico curante o erborista. Eventuali effetti collaterali da sovraddosaggio potrebbero essere: mal di testa, alterazione dello stato mentale, disorientamento, tachicardia, abbassamento (temporaneo) della temperatura.

Inoltre, potreste percepire sonnolenza il giorno dopo l’assunzione, quindi attenzione al tipo di attività che svolgerete. Prestate molta attenzione nel caso in cui il vostro stato di salute non sia al 100%: consultate sempre il medico curante che saprà indicarvi la strada corretta da percorrere per migliorare la vostra insonnia.

melatonina integratore sonno

La melatonina funziona per far addormentare i bambini?

La scuola sta per iniziare e dopo tre mesi di vacanza i bambini faranno sicuramente fatica a riprendere il ritmo. Bisogna, però, tenere conto di diversi fattori: nei piccoli, il ciclo sonno-veglia è diverso da quello degli adulti poiché non hanno ancora terminato lo sviluppo dell’epifisi; in questa fascia d’età è normalissimo che abbiano un sonno irregolare e quindi è totalmente innecessaria la somministrazione di questo ormone.

Nei bambini più grandicelli, in età scolare (dai 6 anni in su), la melatonina può essere un valido aiuto contro l’insonnia (quando accertato da un medico). Anche in questo caso, nonostante sia un ormone naturale, potrebbe presentare degli effetti collaterali come sonnolenza nel giorno successivo, irrequietezza e tachicardia.

Attenzione però: i bambini non devono associare il sonno assumendo una pastiglia, basta una semplice educazione, una routine serale, con poche regole per guidare il piccolo all'addormentamento naturale. Una dolce ninna nanna può aiutare a tranquillizzare la mente del bimbo, anche la lettura di una favola è una valida alternativa. Sarebbe inoltre opportuno limitare la televisione prima di andare a letto e diminuire l’uso di dispositivi elettronici (smartphone e tablet).

Secondo gli esperti non esiste una dose massima: l’importante è non abusarne e assumerla seguendo le direttive dei pediatri che seguono i vostri figli. Generalmente l’assunzione non supera i 90 giorni quindi seguite esattamente ciò che il medico vi dirà.

L’assunzione di melanina ha inoltre dimostrato grandi benefici nei bambini affetti da sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) o all'autismo: in questi casi la mancanza di sonno è deleteria e un aiuto è vitale.

melatonina ritorno scuola bambini

Come si acquista?

Questo integratore si può comprare tranquillamente su Eurofarmacia ed è disponibile in due versioni: quella da 1 mg è un prodotto da banco, mentre quella da 2 mg è classificata come un farmaco vero e proprio per il quale serve una ricetta del medico curante.