ATTENZIONE: MASCHERINE DI QUALUNQUE TIPO, TUTTI I GEL DISINFETTANTI, TUTTI I PRODOTTI CONTENENTI VITAMINA C      SONO ESAURITI

Gli oli essenziali per la stagione primaverile

Gli oli essenziali per la stagione primaverile
Gli oli essenziali sono un valido aiuto per contrastare la sensazione di sonnolenza e di ansia e irritabilità che la primavera porta con sé.
Si tratta di aromi e fragranze che possono essere fruite per inalazione o assorbimento epidermico, e in alcuni casi anche per via orale. Ciascun olio essenziale ha delle caratteristiche peculiari che possono aiutarti ad affrontare il cambio di stagione nel migliore dei modi. Scopri quali sono i più indicati per la primavera e quali sono le loro proprietà.

Gli oli essenziali, cosa sono e come si ottengono.


Gli oli essenziali sono prodotti naturali ottenuti da erbe e piante aromatiche tramite processo estrattivo. Si tratta di sostanze liquide dalla consistenza oleosa, solubili in alcol e olio e poco nell’acqua.

In genere, gli oli essenziali sono distinti in 3 note a seconda dell’aroma che li caratterizza: la nota di testa distingue i profumi più forti, che si percepiscono per primi e si avvertono freschi e pungenti, come quegli degli agrumi o degli oli balsamici; fragranze dolci, magari leggermente aspre, ottenute dai fiori e dalle foglie contraddistinguono la nota di cuore, ovvero il corpo della sostanza, mentre la nota di base è propria degli oli estratti da legni, resine e spezie, che emanano un profumo più caldo e avvolgente.

Gli oli essenziali ideali per la primavera hanno una fragranza non troppo intensa e leggera, e possono essere utili per riequilibrare la sfera psichica ed emozionale, soprattutto se fruiti attraverso la diffusione ambientale o bagni aromatici e suffumigi.

Gli oli essenziali possono anche apportare benefici fisici e alleviare alcuni stati di malessere. Queste sostanze, infatti, hanno una certa affinità con i tessuti del corpo umano che consente alla cute di assorbirli più facilmente se applicati per uso topico, ad esempio mediante massaggi o una diluzione in oli vegetali, creme e unguenti.

oli essenziali di primavera

Gli oli essenziali di primavera, quali sono e perché usarli.


Se l’arrivo della primavera per te comporta un senso di spossatezza e sonnolenza, l’olio essenziale di lavanda favorisce un sonno ristoratore e aiuta a rilassarti.
La lavanda, infatti, agisce sul sistema nervoso centrale con un’azione sedativa, contribuendo così ad alleviare tensione e stati ansiosi.

Per apportare l’energia necessaria durante il cambio di stagione, invece, sono indicati gli oli essenziali di limone e menta. L’aroma fresco e agrumato del limone ha un potere rinvigorente e stimolante, mentre la menta aiuta a contrastare la stanchezza fisica e mentale, favorendo la concentrazione.
Non solo. La menta agisce positivamente anche sull’umore: non a caso risulta uno degli aromi più impiegati nelle palestre, proprio per la sua capacità di predisporre le persone ad affrontare con maggiore energia l’esercizio fisico.

Proprietà analoghe sono quelle degli oli essenziali al geranio, al timo o al rosmarino. Il loro aroma speziato si adatta perfettamente ai profumi della primavera, e contribuisce ad attenuare ansie e suscettibilità, con un effetto energizzante.

Quando a tutto ciò si aggiungono, poi, anche i malanni tipici del cambio di stagione, allora puoi ricorrere all’olio essenziale di eucalipto: estratto dalle foglie e dai rametti terminali della pianta, è consigliato in caso di infiammazioni del cavo orale e delle vie respiratorie. Se assunto per via esterna, come l’inalazione, può attenuare i sintomi di raffreddore, tosse e faringiti.

Infine, molti di questi oli essenziali offrono un valido sostegno anche in caso di allergie primaverili: lavanda, limone, menta – in particolare se combinati insieme – sono buoni antistaminici.
Puoi scegliere se diffondere gli oli nell’ambiente, frizionarne qualche goccia sui polsi oppure versarne una piccola quantità su un fazzoletto da portare con te. Il sollievo è garantito.

  1. EUCALIPTO OLIO ESSENZIALE 10ML
    EUCALIPTO OLIO ESSENZIALE 10ML
    Rating:
    0%
    Prezzo pieno: 9,80 € Prezzo Eurofarmacia 8,78 €
  2. LAVANDA OLIO ESSENZIALE 10ML
    LAVANDA OLIO ESSENZIALE 10ML
    Rating:
    0%
    Prezzo pieno: 8,90 € Prezzo Eurofarmacia 7,12 €
  3. ROSMARINO OLIO ESSENZIALE 10ML
    ROSMARINO OLIO ESSENZIALE 10ML
    Rating:
    0%
    Prezzo pieno: 7,90 € Prezzo Eurofarmacia 6,98 €
  4. MENTA OLIO ESSENZIALE 10ML
    MENTA OLIO ESSENZIALE 10ML
    Rating:
    0%
    Prezzo pieno: 11,00 € Prezzo Eurofarmacia 8,80 €

Controindicazioni e precauzioni nell’uso degli oli essenziali.


Il primo fattore da considerare è che si tratta di sostanze estremamente concentrate, che possono risultare irritanti per la cute e le mucose.
Non usare quindi gli oli essenziali in purezza, e diluiscili prima di ogni tipo di uso. Allo stesso modo, questi oli possono provocare reazioni allergiche, per cui prima di applicazioni a contatto diretto con la cute è preferibile testare qualche goccia di prodotto su una piccola porzione di pelle.

In caso di assunzione orale il rischio di irritazioni e reazioni allergiche aumenta, soprattutto se si soffre di disturbi o malattie. L’assunzione per via orale di questi prodotti deve avvenire solo previa consultazione medica, poiché può interferire con l’azione di alcuni farmaci o peggiorare patologie esistenti.

Ad esempio, la somministrazione orale di oli essenziali è generalmente controindicata durante la gravidanza e l’allattamento; oppure in caso di gastrite ed esofagite: se gli oli essenziali non causano problemi alla mucosa intestinale, non vale altrettanto per quella esofagea e gastrica.
È meglio diluire l’olio essenziale anche nel caso di applicazioni sull’epidermide: è sufficiente una base neutra, come l’olio vegetale, di mandorle dolci o l’olio di oliva. Insomma, è bene rispettare i criteri definiti per ogni prodotto per quanto riguarda somministrazione, posologia e controindicazioni.

Non c’è alcuna accortezza particolare da osservare se gli oli essenziali vengono dispersi nell’ambiente per nebulizzazione o attraverso diffusori – tranne, ovviamente, tenerli fuori dalla portata dei bambini.
E potrai affrontare la primavera nel migliore dei modi.