ATTENZIONE: MASCHERINE DI QUALUNQUE TIPO, TUTTI I GEL DISINFETTANTI, TUTTI I PRODOTTI CONTENENTI VITAMINA C      SONO ESAURITI

Come affrontare gli infortuni sugli sci: i farmaci di automedicazione

Come affrontare gli infortuni sugli sci: i farmaci di automedicazione
In piena stagione invernale, sciatori più o meno esperti tornano a popolare le piste innevate.
Piccoli incidenti o infortuni dovuti all’attività fisica sono all’ordine del giorno, per cui è bene sapere quali sono i farmaci di automedicazione per curarsi nel modo migliore.

Lo sci è davvero uno sport così pericoloso?

Gli esperti sono d’accordo sul fatto che lo sci, alpino o di fondo, è un’attività sportiva che fa bene alla salute: rinforza muscoli e ossa, allena il fiato e la resistenza, migliora l’equilibrio e la coordinazione dei movimenti.

Il segreto sta nel fatto che è richiesta una certa varietà di movimenti per via della presenza di tratti in salita, che richiedono sforzi più intensi, alternati a tratti in discesa e curve più o meno angolate.
Questo comporta l’impiego di più distretti muscoloscheletrici: articolazioni e muscoli di gambe e braccia, schiena, collo, addominali, dorsali.

Proprio per queste ragioni, però, praticando lo sci da professionista o da appassionato, è altrettanto facile incorrere in infortuni legati alle articolazioni: lesioni, infiammazioni e distorsioni, dalla caviglia al ginocchio alla spalla, fino a mani e polso.

Quali sono gli infortuni più frequenti sugli sci e quali sono le cause?

Le distorsioni.

Distorsioni e contusioni sono i tipi di infortunio più frequenti sulle piste da sci. Con distorsione si intende una lesione ai legamenti, anche nota come slogatura, e si manifesta con un dolore più o meno acuto alle articolazioni accompagnato da gonfiore.

Le distorsioni sono il trauma sciistico più ricorrente, a carico soprattutto del ginocchio e della mano nello sci da discesa; della caviglia nello sci di fondo, dove gli scarponi non sono altrettanto rigidi.

La distorsione del ginocchio si verifica in genere quando gli sci restano bloccati nella neve e il corpo effettua un brusco movimento di rotazione facendo leva sul ginocchio. La distorsione della mano, invece, interessa principalmente il pollice ed è provocata dalla caduta, dal tentativo di fermarsi con le mani quando si scivola o dal laccio del bastoncino.
Se il pollice resta imprigionato nel laccio facendo leva sull’impugnatura, infatti, facilmente si può incorrere nella rottura del legamento collaterale.

Le contusioni.

La contusione è un trauma di lieve entità che ci si procura cadendo e urtando una superficie in modo violento. Si tratta di un impatto di tipo meccanico che interessa i vasi sanguigni dei tessuti meno superficiali.

La cute può non subire alcun danno, ma a poca distanza dall’urto, si manifesterà un livido o un ematoma sulla porzione di pelle interessata dal trauma.

infortuni sugli sci

Quali sono i farmaci da usare per distorsioni e contusioni.

Sia in caso di distorsione, sia in caso di contusione, i farmaci di automedicazione più usati sono i FANS, i Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei che riducono gonfiori e infiammazioni, e di conseguenza anche il dolore.
Li riconosci facilmente perché sono contraddistinti dal bollino rosso sorridente posto sulla confezione e possono essere acquistati senza ricetta medica, poiché hanno ricevuto un’apposita autorizzazione da parte dell’Autorità Sanitaria.

In queste circostanze, i più utili sono i FANS topici, farmaci antinfiammatori per uso esterno: i gel a base di ibuprofene, come FASTUM GEL®, ketoprofene o diclofenac, come LASONIL® e VOLTAREN®, garantiscono un buon livello di assorbimento locale con un rischio pressoché nullo di effetti collaterali.
Si tratta di medicinali mirati per contrastare l’eventuale livido o ematoma, e devono essere applicati direttamente sulla pelle, così da essere assorbiti e arrivare in profondità nelle zone infiammate.

Per favorire il riassorbimento di lividi ed ematomi – migliorando la circolazione venosa superficiale –, possono essere usati farmaci di automedicazione a base di componenti naturali come arnica ed escina: la prima esercita un’azione lenitiva e dona una sensazione di sollievo; la seconda aiuta il riassorbimento dei liquidi.

Se il dolore è particolarmente forte può essere assunto, per brevi periodi di tempo, lo stesso tipo di farmaci di automedicazione per via orale (MOMENT®, OKI®, KETODOL®). In ogni caso, niente paura. Se distorsioni e contusioni sono di lieve o media entità, si riassorbiranno lentamente, ma spontaneamente, nell’arco di 24-48 ore.

  1. KETODOL 20CPR 25MG+200MG
    KETODOL 20CPR 25MG+200MG
    Prezzo pieno: 9,70 € Prezzo Eurofarmacia 7,91 €
  2. FASTUM ANTIDOLORIFICO 1% 50G
    FASTUM ANTIDOLORIFICO 1% 50G
    Rating:
    0%
    Prezzo pieno: 8,90 € Prezzo Eurofarmacia 7,12 €
  3. LASONIL ANTIDOLORE GEL 50G 10%
    LASONIL ANTIDOLORE GEL 50G 10%
    Rating:
    0%
    Prezzo pieno: 8,70 € Prezzo Eurofarmacia 6,96 €
  4. OKITASK 10CPR RIV 40MG
    OKITASK 10CPR RIV 40MG
    Rating:
    0%
    Prezzo pieno: 6,30 € Prezzo Eurofarmacia 5,04 €

Per mal di schiena e contratture muscolari?

La stessa colonna vertebrale è sollecitata dai movimenti fatti in pista, e al termine dell’attività sportiva lombalgie, mal di schiena e contratture muscolari sono piuttosto frequenti. Ideali in queste situazioni sono i cerotti transdermici a base di diclofenac, ad esempio FLECTOR®, che consentono un’azione prolungata nel tempo grazie al rilascio ritardato.

Le schiume sono raccomandate se il dolore interessa una zona del corpo – come le articolazioni delle dita – in cui è difficoltoso applicare cerotti. Le fasce autoriscaldanti sono indicate anche per le contratture muscolari: il calore è infatti il rimedio più naturale per contrastarle.
Queste fasce a contatto con l’aria si attivano e, per circa otto ore, sviluppano calore, inducendo la vasodilatazione: accelerano così l’eliminazione delle molecole che inducono dolore e dei prodotti metabolici, come l’acido lattico, che affaticano il muscolo.

  1. FLECTOR 10CER MEDIC 180MG
    FLECTOR 10CER MEDIC 180MG
    Rating:
    0%
    Prezzo pieno: 23,90 € Prezzo Eurofarmacia 19,12 €
  2. FLECTOR 5CER MEDIC 180MG
    FLECTOR 5CER MEDIC 180MG
    Rating:
    0%
    Prezzo pieno: 15,90 € Prezzo Eurofarmacia 12,72 €

Per ferite ed escoriazioni?

Ferite ed escoriazioni sono lesioni che riguardano in primo luogo i bambini. Di fronte a questo genere di infortuni, è meglio prima pulire la parte interessata con acqua fredda e poi applicare un disinfettante, preferibilmente non alcolico, ma a base di cloro o iodio, o acqua ossigenata.

Non usare cotone idrofilo, ma garze sterili, e dopo coprire la ferita.

In aggiunta, puoi ricorrere anche a farmaci cicatrizzanti che accelerano il processo di rimarginazione e svolgono una funzione antibatterica.

materiali sci Non sottovalutare la protezione del viso e degli occhi. In montagna il sole è più forte, perciò è sempre consigliabile l’applicazione, anche più volte al giorno, di una crema solare con adeguato fattore di protezione (SPF), in particolare se si tratta di bambini.

Meglio un fattore di protezione alto o totale, soprattutto sui punti più delicati del viso attorno a occhi e naso. Per gli occhi è raccomandato l’uso di occhiali che proteggano dal sole e dal vento, ma in caso di piccole irritazioni si possono usare colliri anticongestionanti; solo se l’irritazione è più seria, ricorri a colliri antibiotici o disinfettanti.

In ogni caso, tieni sempre a mente che prima di assumere un farmaco di automedicazione devi leggere attentamente il foglietto illustrativo e in caso di dubbio rivolgiti al medico o al farmacista. Ripara, poi, le labbra e le mani con appositi stick protettivi per prevenire dolorose screpolature causate dall’aria e dal freddo.

Prevenire è meglio che curare: qualche consiglio utile prima di iniziare a sciare.

Nello sci, come per qualsiasi altro sport, è fondamentale la forma fisica, per cui è necessario arrivare sulle piste il più possibile allenati. Oltre il 70% degli incidenti avviene per caduta accidentale dovuta alla perdita di controllo degli attrezzi, e la scarsa preparazione atletica o l’uso scorretto dell’attrezzatura tecnica favoriscono l’insorgere di dolori alle articolazioni o alla schiena.

Prima di svagarsi sulle piste da sci, il consiglio è dunque di dedicarsi alla ginnastica, privilegiando in particolare il lavoro di rafforzamento e stabilizzazione delle ginocchia e della colonna a livello lombare. Così si eviteranno, almeno parzialmente, i disturbi dovuti al sovraccarico della muscolatura e delle articolazioni.

Ovviamente il buon senso resta un fattore determinante, per cui se sei un principiante non forzare l’andatura finché non avrai raggiunto una buona padronanza degli sci; scegli un’attrezzatura adeguata e usa preferibilmente il casco, comunque obbligatorio fino a 14 anni.

A questo punto, se lo sci ti sembra ancora uno sport troppo pericoloso, non lasciarti scoraggiare. Prova a documentarti sulla carriera di Lindsey Vonn, campionessa americana di sci alpino: tra mille infortuni, ha vinto ben 4 Coppe del Mondo, una per ogni specialità!